IL BIOLOGICO

COSA SIGNIFICA "BIOLOGICO"

Oggi i prodotti biologici vengono considerati come prodotti naturali e cio' non e' sbagliato poiche' utilizzare prodotti "bio", nutrirsi con "prodotti bio", significa rispettare il benessere dell'ambiente, ma soprattutto il nostro.

Produrre quindi un prodotto biologico significa sfruttare al meglio le qualita' del terreno, senza per questo mai abusarne: infatti nelle coltivazioni biologiche viene utilizzata la tecnica della "rotazione delle colture", cosi' da difendere l'ambiente (e le piante) dallo sviluppo di parassiti (che si adeguerebbero a nutrirsi solo con quelle piante), dalle malattie e dalle erbe infestanti.

Per la fertilizzazione del terreno vengono utilizzate materie organiche e minerali naturali senza impiego di prodotti chimici di sintesi (cioe' artificiali) e di OGM (Organismi Geneticamente Modificati) che, anche se permettono sempre una ottima e facile produzione, provocherebbero danni all'ambiente, ma soprattutto agli esseri viventi (che ingerirebbero OGM, anabolizzanti, acidi, diserbanti....).

Tutto questo e' rispettato dall'Azienda Agricola F.lli Bonaccini, che una volta raccolto il prodotto ne deve notificare il carattere biologico all'Organismo di Controllo (Suolo e Salute), aspettare poi il controllo (analisi) da parte dell'Organismo di Controllo per avere l'autorizzazione ed esporre il marchio biologico da immettere sul mercato.

Perche' la nostra Azienda si potesse definire biologica, dopo l'iscrizione all'Organizzazione di Controllo, abbiamo dovuto far trascorrere un periodo di 4 anni definito di "conversione all'agricoltura biologica". Seguendo tale metodo l'Azienda Agricola F.lli Bonaccini produce tutto con attenzione rispettando l'ambiente ed il suo corso vitale, portando cosi' al consumatore un prodotto buono, naturale e sano.

EVOLUZIONE DEL BIOLOGICO

L'ideologia del biologico si e' sviluppata maggiormente nel corso di questi anni dopo che per diversi tempo molti produttori, pur di ottenere un maggior raccolto nel minor tempo possibile e senza molta manodopera (quindi con costi molto ridotti), sono ricorsi all'uso di sostanze geneticamente modificate, all'uso di anabolizzanti e diserbanti ed altro ancora non preoccupandosi delle conseguenze sull'ambiente e sul consumatore.

Questo, approfittando del fatto che nelle etichette non doveva esservi specificato niente di tutto cio'. Cio' ha reso possibile a molti abbassare sensibilmente i prezzi, diventando cosi' facilmente commerciabili. I consumatori non preoccupandosi del perche' quel prodotto costasse cosi' poco, hanno approfittato dei bassi prezzi consumandone grandi quantita', ignari dei rischi che correvano. Con l'andare del tempo, c'e' pero' stata fortunatamente una presa di coscienza da parte di alcuni produttori, che non se la sentivano di portare avanti "un gioco un po' sporco", scegliendo quindi di passare al biologico e dando vita ad una nuova produzione di alimenti naturali, sicuri e sani.

Questa e' stata anche la nostra convinzione con la quale, seppur guadagnando di meno e faticando sicuramente di piu', abbiamo rispettato il corso della natura e i prodotti che lei ci ha dato.

COSA VUOL DIRE BIO

-Nutrirsi rispettando il proprio benessere e quello dell'ambiente.

-No all'impiego di prodotti chimici di sintesi (artificiali) e di OGM.

-Rotazione delle colture per difesa e prevenzione da parassiti, malattie ed erbe infestanti.

-Fertilizzare il terreno (e non le piante) solo con materie organiche e minerali naturali.

L'AZIENDA DEVE

-Notificare l'attivita' con metodo biologico all'Organismodi Controllo.

-Ricevere visite ispettive dell'Organismo di Controllo.

-Essere ammessa o meno all'Orgfanismo di Controllo.

-Passare un periodo prestabilito di "conversione all'agricoltura biologica" prima di divenire Azienda Biologica.

O.D.C. AUTORIZZATO CON DM MRAAF N. 9697232 - 30.12.1996
IN APPLICAZIONE AL REGOLAMENTO CEE 2092/91

SUOLO E SALUTE S.R.L.